COGLIONI AL VOTO (Pubblicato sul mensile “Il Lavoro Fascista” – Giugno 2019)

Volendo riassumere in maniera concisa il commento che avrei voluto fare a proposito delle elezioni europee dello scorso maggio, credo che il titolo del presente articolo rappresenti tutto quello che c’era da dire.

Oggi tocca al leader dei giudei nostrani, tale Matteo Salvini, raccogliere cumuli di voti; ieri toccò a Berlusconi, poi a Renzi, successivamente ai vari pagliacci che Beppe Grillo mandava avanti (non avendo gli attributi per candidarsi in prima persona)… Domani chissà!

Credo sia assolutamente inutile dilungarsi, dato che si parla di un Popolo che non ha più il diritto di definirsi tale; voltagabbana, fanfaroni, vigliacchi, privi di ideali e di cultura… Per loro vanno bene tutti: comunisti, giudei, qualunquisti… Purché diano loro la speranza di ricavarci qualcosa!

Gli italiani furono tutti Fascisti quando il Fascismo vinceva, divennero tutti “anti” di fronte ai primi rovesci… Erano tutti orgogliosi del tricolore, divennero dei miserabili Ascari felici di vedere la loro Patria invasa e colonizzata… Non stupiamoci, quindi, se oggi li vediamo scannarsi fra sostenitori del Benjamin Netanyahu nostrano (e relativa corte dei miracoli, tipo gli ex missini dei Fratelli d’Israele) e nipotini del compianto (da loro) PCI di staliniana memoria.

O Franza, o Spagna, purché se magna”… Nulla è mai cambiato per l’italiano medio, e nulla cambierà, a meno che non capiti uno sconvolgimento che imponga a tutti qualcosa che solo noi desideriamo, ovvero un po’ di nazionalsocialismo applicato.

Del resto, in Italia non ha mai prevalso un’ideale, ma solo e semplicemente l’utilitarismo di chi è sempre stato disposto a seguire il “duce” di turno nella speranza di ottenere dei vantaggi.

Poco importa se questo “duce” fosse quello unico, vero ed inimitabile con la “D” maiuscola, o fosse invece uno dei tanti buffoni di corte, urlatori, volgari e prodighi di promesse; per loro Benito Mussolini vale tanto quanto il pagliaccio Grillo, il finto nazionalista Salvini, il profeta dei porti aperti Zingaretti, l’ex rottamatore Renzi…

Quindi, ritengo del tutto inutile perdere tempo nel commentare risultati elettorali che non hanno senso e che, presto o tardi, verranno rovesciati da qualche altro pagliaccio capace di urlare insulti in un microfono, e promettere chissà cosa a questo popolo bue.

Lasciando da parte la grande (si fa per dire!) politica, noi del MFL-PSN abbiamo, quale unico motivo di soddisfazione, la rielezione di 3 consiglieri comunali (sottoscritto compreso), nel Comune di Cellarengo (AT), alla faccia delle pagliacciate prefettizie che vi abbiamo descritto nei numeri passati del giornale. Anzi, nonostante i patetici tentativi di farci rinunciare a tutti i nostri simboli, abbiamo preso qualche voto in più di 5 anni fa, seppure con il logo “Censurati”. Sarà per un’altra volta, esimio Prefetto!

CELLARENGOAltra cosa che ci piace fare rilevare, è stato il colossale fiasco alle europee delle liste dei falsi Fascisti di Casa Pound e Forza Nuova, che hanno ottenuto rispettivamente 88724 voti (0,33%) e 40782 voti (0,15%), riuscendo nella non facile impresa di prendere meno voti del Partito Animalista, del Partito Comunista, del Popolo della Famiglia, e persino della  lista Südtiroler Volkspartei, che notoriamente si presenta nella sola regione Trentina!

Qualcuno mi ha chiesto come queste due liste fantasma abbiano potuto essere presenti alle elezioni; come saprete, per partecipare alle elezioni europee, sono necessarie 30 mila firme per collegio, ed essendo i collegi ben 5 (Nord-Ovest; Nord-Est; Centro; Sud; Isole), per essere presente in tutta Italia, una lista deve raccogliere, vidimare e presentare 150 mila firme valide… Il che significa raccoglierne anche un 20% in più, onde prevenire eventuali annullamenti.

Come è possibile che chi raccoglie 150/200 mila firme ottenga poi 40/80 mila voti? Semplice, basta non raccoglierne nessuna ed avvalersi di mezzucci mafiosi ed al limite della legalità!

Qualcuno avrà notato il logo elettorale di Casa Pound, più ridicolo del solito… Con la dicitura “Destre unite”, che già la dice lunga sulla considerazione che hanno del “fascismo” questi signori…

Ed eccovi spiegato il giochetto da un articolo del settimanale L’Espresso, dall’eloquente titolo “Casapound alle Europee grazie all’appoggio di una spia russa

Si chiama Béla Kovacs ma è conosciuto come KGBela, il deputato ungherese che ha perso l’immunità perché accusato di spionaggio. Ed è proprio per il suo sostegno che il partito di Di Stefano e Iannone ha potuto presentare il proprio simbolo alle prossime elezioni senza raccogliere le firme chieste dalla legge”

http://espresso.repubblica.it/attualita/2019/04/24/news/casapound-alle-europee-grazie-all-appoggio-di-una-spia-russa-1.334175

Ora, chi avrà lo stomaco per proseguire nella lettura, scoprirà che anche Forza Nuova, avvalendosi di altri gruppuscoli mafiosi diversi, ha beneficiato della stessa sorte… Ma troviamo anche altri interessanti riferimenti a squallidi personaggi della cosiddetta “area”, dai Fratelli d’Israele al ridicolo Luca Romagnoli, cacciato da tempo dalla Fiamma Tricolore (che a sua volta aveva rubato ad altro vecchio arnese d’area, Pino Rauti), ed ora segretario di una sconosciuta “Destra Sociale” (potrà mancare mai la parola “destra” a questi miserabili falsi Fascisti e veri ex missini?).

casapound-destre-unite

forza-nuova-apf-800x445

Scrivo questo anche e soprattutto a beneficio dei molti Camerati che si dichiaravano costernati dal vedere “lorsignori” sempre presenti ad elezioni importanti, mentre il nostro povero MFL-PSN ne è sempre stato escluso…

Se avessimo voluto avere contatti con certe consorterie mafiose come gli indegni “camerati” di CPI e FN, avremmo potuto essere presenti anche noi alle europee, magari non con il simbolo del Fascio, che la mafia italica continua a proibirci, ma con qualsiasi altro logo affiancato da una delle sigle AEMN, o APF.

Sfortunatamente, o fortunatamente (decidete voi), noi non abbiamo mai avuto nulla a che fare con nessuna mafia, né quelle autoctone, né quelle europee, quindi restiamo quello che siamo: l’unico movimento dichiaratamente Fascista e Nazionalsocialista in Italia… Se non in Europa e nel mondo!

Potrei chiudere qui questo articolo, ma giusto per avere ulteriori prove dello stomachevole livello raggiunto da questa area di infami infiltrati, vorrei richiamare l’attenzione dei lettori sulle elezioni amministrative di Lecce, nelle quali mi sono imbattuto per caso dando uno sguardo ai vari risultati… Ovviamente, trattandosi di risultati trovati casualmente, non posso escludere (anzi!) che casi simili siano accaduti in chissà quali altri Comuni italiani.

Guardate le due immagini che pubblico a seguire: la prima rappresenta le liste che hanno appoggiato il candidato Saverio Congedo; tutti insieme, appassionatamente, possiamo ritrovare i Fratelli d’Israele, Forza Italia, la Lega, una rediviva Democrazia Cristiana. Il Popolo della famiglia e, udite, udite: Casa Pound e addirittura il nuovo MSIDN riesumato dal giudeo massone Gaetano Saya, che per chi non lo sapesse, è stato il comico autore di sparate di questo tipo:

Su un altro suo vecchio sito, Gaetano Saya scriveva:

“Dio benedica George W. Bush, Dio benedica gli Stati Uniti d’America. Il male sceso tra noi trova in uomini come George Bush in America, in uomini come Gaetano Saya in Italia, un baluardo inespugnabile.

Uomini timorati di Dio, uomini duri e puri che illuminati per volontà Divina, sono scesi nella valle oscura della morte per difendere la Fede Giudeo Cristiana e l’Occidente.

Il bene che questi uomini rappresentano sconfiggerà l’Anticristo. Dio è con loro
Il male verrà ricacciato dagli inferi da cui è uscito.”

[E poi vi stupite se il sottoscritto preferisce l’Anticristo? – N.d.R.]

E nello stesso sito, spiegava così il suo programma:

“Molti ci chiamano Fascisti, noi non siamo Fascisti; noi siamo la Destra, dura, pura e conservatore, Istituzionale e Costituzionale, Repubblicana e Democratica. In questa ottica ci siamo schierati senza esitazioni ed incondizionatamente accanto agli Stati Uniti d’America e ad Israele ed insieme ai fratelli Americani e ai fratelli Ebrei ci siamo eretti a baluardo contro il male: il Terrorismo Islamico.”

http://kelebeklerblog.com/2011/08/21/il-piccolo-esercito-mediatico-di-gaetano-saya-islamofobo/

 LECCE1

Ecco quindi la grande famiglia giudeo – massonica riunita a sostegno del suddetto candidato leccese…

Ma guardando chi sostiene un’altra candidata, sempre a Lecce, ecco chi troviamo: i fiammiferi tricolori che sostengono l’immarcescibile Adriana Poli Bortone, vecchio arnese della politica, già Senatrice in quota Popolo delle Libertà, poi passata a voltare gabbana negli anni successivi.

http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede/Attsen/00001919.htm

LECCE2

Ora, pensare che questi schifosi gruppuscoli di badogliani, profittatori e voltagabbana pretendano ancora di fingere di rifarsi al Fascismo, nonostante siano zeppi di giudei, massoni e delinquenti destrorsi di ogni risma, la dice lunga sul livello di cultura storica e politica di certi traditori, ma soprattutto sul livello dei mascalzoni che ancora li sostengono… Ovvero, gente che non ha mai fatto nulla per sostenere il vero Fascismo, adoperandosi sempre, al contrario, per danneggiarlo, sostenendo di volta in volta le varie formazioni di ispirazione giudaica che si spacciavano per “fasciste” Per fortuna questi infami, nonostante i vari giochetti descritti in questo articolo ed in molti altri, continuano ad essere degli inutili falliti. E per la cronaca e per fortuna, a Lecce ha vinto la sinistra!

Carlo Gariglio